Ai “Giganti” del Tor Valdostano Bobbio Pellice risponde con gli “Invincibili” con la 6° edizione dell’omonimo trail che celebra, oltre all’evento sportivo, la storia dei Resistenti Valdesi della fine del XVII° secolo.

È ora di “finiamola” con le cosiddette “non competitive”: un escamotage di inizio secolo per organizzare corse – gare a tutto tondo evitando di pagare tanto esosi quanto iniqui balzelli di approvazione federali in cambio di niente. Nei fatti di “non competitivo” c’è nulla nelle sudate serale che popolano i nostri paesi, pianeggianti o montani che siano.

 

LA CRONOROCCA CAVOURESE CHIUDE IL DINAFYT VERTICAL UISP 2022

Classifica su www.ficr.it  -   Foto su www.wildemotions.it

Il Gigante per definizione, al vero, non era in gara ma a Lui va ascritto il merito di avere prima ideato e poi realizzato l’impresa sportiva che spopola da 6 anni sui sentieri delle borgate montane: Omar Riccardi – Vertical Sunsets il binomio vincente.

I TRIONFI DI GIANLUCA GHIANO E FRENCESCA GHELFI

Il fantasma del canalino del Manzol abita la mente, oltre che le gambe, dei 218 protagonisti della 44° edizione della Tre Rifugi Val Pellice. Non il tormento del prima o del durante ma il sapore epico dell’avere fatto conoscenza con la Storia della Marcia Alpina.

 

TORRE PELLICE: CASTLUS 2022 – 5° prova del Trofeo delle Valli.

La corsa ad inseguimento di Paolo Bert regala emozioni aggiuntive.

Mentre Zegama registrava, sotto l’inusuale sole basco, la vittoria di Kilian Journet i Burgada (quanto sono complicati gli spagnoli…) Santa Margherita di Torre Pellice celebrava, in una giornata dal sapore d’autunno, l’inatteso e graditissimo ritorno ai vertici di Berny Dematteis.

Link Consigliati

Logo Terres Monviso
WILMAR
Meteo Monviso