ETERNO “INVINCIBILE” PAOLO BERT

FRANCESCA GHELFI HA INIZIATO IL VIAGGIO PER LA PATAGONIA

A Bobbio Pellice domenica 29 settembre la Classica d’autunno

Leggi...

TRAIL DEGLI INVINCIBILI – BOBBIO PELLICE 29 SETTEMBRE – LO SPORT INCONTRA LA STORIA

...E LA STORIA PREVEDE LA PRESENZA DI 200 / 260 TRAILERS “INVINCIBILI”

David le Capitaine, Paul Pellenc, David Mondon: ecco i nomi di alcuni dei 200/260 Invincibili (comprese alcune donne e qualche fanciullo) che nella primavera del 1686 si riunirono al Bessé, all’entrata del Vallone di Subiasco (attualmente definito “degli Invincibili”) nel Comune di Villar Pellice. Di lì si organizzarono per una primavera / estate di “guerriglia” al fine di tutelare le loro famiglie ed i loro beni sottrattigli dalle incursioni delle milizie savoiarde impegnate in una opera di persecuzione ed esproprio delle Valli Valdesi per compiacere Santa Romana Chiesa ed il monarca francese Luigi XIV. “Toutes les vallées sont exterminées, les habitants tués, pendus ou massacrés” sentenziarono a maggio 1686 i savoiardi ma invece… ebbero la meglio gli “Invincibili” sulle truppe del Duca Vittorio Amedeo II° che fu costretto, nel settembre 1686, a sottoscrivere un accordo con quel manipolo di coraggiosi. Una importante pagina della Storia del Popolo Valdese e delle persecuzioni che ha subito nel corso dei secoli!

Eccola la “genesi” del Trail degli Invincibili che il 29 settembre con partenza ed arrivo al Laghetto Nais di Bobbio Pellice percorrerà quello stesso vallone e quegli stessi sentieri intrisi di Storia. Un Trail – Cult voleva allestire la Polisportiva Bobbiese e così è stato: lo sport esce dai suoi consueti confini ed incontra la storia!

Atto finale della stagione delle Corse in Montagna nella Valle Pellice, realtà territoriale che ha dato un contributo importante alla nascita ed allo sviluppo di questo sport fin dai tempi della denominazione “Marcia Alpina” e che ha nella Tre Rifugi il suo fiore all’occhiello.

20 i km e circa 1300 i metri di dislivello da superare transitando su sentieri incavati nelle rocce che caratterizzano il vallone.  Percorso piuttosto veloce, per la specialità, che il plurivincitore Paolo Bert chiude in poco più di 1 ora e trentacinque minuti. Nessuna difficoltà tecnica ma solo uno scenario incombente e maestoso in un vallone che anche grazie al Trail degli Invincibili sta rilanciando la bellezza del suo territorio.

Attesi, per coerenza, da 200 a 260 protagonisti nonostante la concorrenza organizzativa oramai conclamata in uno sport che è divenuto (fortunatamente) di massa. Tra questi, per scelta organizzativa, numerosa e qualificata la presenza “forestiera” con atleti provenienti dalla Emilia Romagna, Lombardia, Liguria, Valle d’Aosta e dalle piemontesi ma remote Valle Sesia e Val Brevettola! Iscrizioni aperte su www.wedosport.net fino a tutto Giovedì 26 settembre; poi, se non raggiunto il tetto massimo di iscritti, entro le ore 8,00 di domenica 29 settembre sul luogo di ritrovo. La partenza è prevista alle ore 9,30 con conclusione alla festa finale allestita nella apposita tensostruttura predisposta.

Per tutte le ulteriori informazioni www.traildegliinvincibili.it

Leggi...

PAOLO BERT ETERNO CAMPIONE MA L’EXPLOIT E’ STATO DI MARTINA CHIALVO

SULLA DISTANZA RIDOTTA AFFERMAZIONI DI GIANLUCA GHIANO E ERIKA AMBROGIO

Controllo sul dizionario il significato del termine “fotonico” per non cadere in ridicole definizioni ma poi confermo: non esiste termine migliore per definire la giornata di sport vissuta domenica 1 settembre nella cuneese Crissolo in occasione della celebrazione della 7° edizione del Tour Monviso International Trail: Il Monviso si è presentato potente e possente fin dalle prime ore del mattino agli sguardi dei 402 atleti che risalivano l’alta Valle Po per presentarsi alla punzonatura dei tecnici di Wedosport ed essere protagonisti sui sentieri attorno al Re di Pietra.

Leggi...

 

 Mentre nei  paesi  viciniori infuriava  la tempesta con   tuoni, fulmini e rovesci, nella quiete di Bricherasio, già addobbata con bandierine e festoni per le dispute del Palio, cominciavano ad affluire  camminatori e podisti che, per circa 2 ore,  avrebbero movimentato e colorato col loro abbigliamento il paese. Si, perché nella tranquilla P.za S. Maria circa 500 persone hanno dato vita all'XI° GIRO DEL BELVEDERE ed alla prima edizione de “I BORGH A PÈ” camminata riservata ai Bricherasiesi entrambe prove del Palio attribuendo al primo  punti di merito ed alla  seconda   punti di partecipazione.

Un’edizione che ha coinvolto nativi e non in modo molto significativo nella misura dell’11% rispetto ai residenti. Se succedesse in altre realtà locali, ad esempio, Pinerolo o Torino sarebbero coinvolti oltre 3.000 e 100.000 partecipanti, incentivando le persone ad indossare le classiche scarpe da corsa o da camminata per svolgere una semplice attività fisica, ritenuta universalmente salutare sia per i praticanti che per le casse delle ASL.

  Il percorso, particolarmente suggestivo in modalità  collinare ed identico per tutti, dopo aver superato la torretta del Belvedere posta su un versante della collina del Castello,  proseguiva  su strada asfaltata attorno alla suddetta collina costeggiando boschi, vigneti e campi..

 Questa la cronaca della serata .:

 Alle 18,25 si allestiva il percorso ludico-ginnico per i bimbi fino a 6 anni

 Alle 18.30 si allineavano alla  partenza  i  quasi  200 camminatori dei borghi bricherasiesi che per l'iniziale Via di San Michele formavano una variopinta colonna costituita dagli   otto diversi  colori, tanti sono  i borghi;  per loro 1 giro di km 3,3.

 Alle 18,50  si ’avviavano   tutti gli altri camminatori e walkers:  un centinaio,. Per loro 1 o 2 giri a discrezione. Pochi minuti  dopo  irrompeva  sul palcoscenico podistico il  gruppetto di 20 ragazzi fino a 13 anni  con  altro percorso e distanze varie e con   partenze a seguire.

 Alle 19,20  scoccava l’ora per i  podisti della non competitiva. Anche loro son circa  200 e per  essi sono previsti  due giri per complessivi  mt 6.600. Quasi subito si forma un agguerrito  quintetto di testa con Ras. Barale, Falchi, Tourn e Ferrato che transitano insieme  al primo giro. Alla  fine del 2° giro è però  Barale Andrea (Roata Chiusani) in 22,38 a precedere di 4” Ras Diego e Falchi Giuseppe (entrambi Atl. Pinerolo) . Tra le Donne Elisabetta Collino (Atl Val Pellice) si porta subito in testa e conclude in 27,53 distanziando di circa 3 minuti Viotti  Giulia (Giò22 Rivera) seguita a 39' da Rossa Laura (Apple Run). Paolo Bert e Beatrice Prina primi Bricherasiesi.

 

 Molti soddisfatti l'Avis (Ente Promotore) l'Atletica Val Pellice  Ente Organizzatore con la collaborazione della Podistica None  che ringraziano la Brike Bike, l'Oruam , l'Atl I.C  Caffaro e l'Associazione Leonardo Sciascia, Un sentito ringraziamento all ''Associazione  Palio dei Borghi”  che ha saputo   coinvolgere  tanti Bricherasiesi  ne “I BORGH A PÈ”, parte del relativo introito  verrà devoluto alla Parrocchia S. Maria per svolgimento di  attività caritative.

 Alla prossima che ci auguriamo ancora più partecipata.

 Piero Cristini

Bella rassegna fotografica su: http://www.ecodelchisone.it/foto/2014-09-06/bricherasio-giro-belvedere-venerdi-5-18386

Corse Amiche

Tour Monviso Trail
Parco del Monviso
Valle Varaita Trail